Archivio - Adi Reggio Calabria

ADI - ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA
Chiese Cristiane Evangeliche
Reggio Calabria
Vai ai contenuti

Pasquale Franzè

Adi Reggio Calabria
Pubblicato da in - Calabresi 'Illustri' ·
Pasquale Franzè nacque nel lontano 1915, in una frazione chiamata Ragonà, nel comune di Nardodipace, in provincia di Catanzaro, e si convertì all’Evangelo più di mezzo secolo fa. Prima di allora era un uomo temuto per la sua irruenza e per la sua condotta disordinata; dalla sua bocca e dalle sue azioni non ci si poteva aspettare nulla di buono.
 
Una sera del 1944, mentre producevano carbone in un pagliaio in aperta campagna, un compagno di lavoro gli chiese il permesso di leggere la Bibbia e Pasquale, con fare indifferente, acconsentì. Mentre leggeva, il volto di quell’uomo si illuminò di una luce angelica e Pasquale, essendo stato preso dalla paura, non si oppose alla seconda richiesta di poter pregare. Le semplici parole dette con fede da quel credente gli toccarono il cuore: “… Signore vi raccomando il mio comparuccio Pasquale …”. Pasquale non aveva mai udito nessuno pregare in quel modo, e nessuno mai aveva pregato per lui! Promise, quindi, di andare ad una delle riunioni di culto, ma il Signore era già all’opera: la prima volta che vi partecipò, il suo cuore si infuocò all’annuncio della Parola di Dio, in quell’istante egli gustò la gioia della salvezza e la sua anima ardeva di felicità.
 
Era temuto in paese ma fu proprio l’immediato cambiamento che gli fece acquistare credibilità agli occhi della gente: dalla sua bocca scorrevano fiumi di acqua viva e non più parole violente.
 
Nel 1946, il Signore gli mise in cuore di trasferirsi a Caccuri (KR), dove cominciò, insieme al fratello Campisi, a predicare l’Evangelo: la loro passione per le anime perdute portò il frutto, tanto che molte persone si convertirono all’Evangelo. Evangelizzarono diversi paesi della Calabria; per la loro testimonianza si convertirono i loro familiari ed altri che portarono poi l’Evangelo addirittura in altri continenti.
 
Nel dopoguerra, si radunavano nelle case, nelle campagne e nelle stalle, ma, in qualsiasi luogo fossero, questi credenti realizzavamo la potenza dello Spirito Santo.
 
Il fratello Pasquale Franzè fu minacciato, esiliato, schernito ed addirittura imprigionato per la testimonianza dell’Evangelo e possiamo affermare che, come l’apostolo Paolo, passò da persecutore a perseguitato per Cristo.
 
Nello zelo della fede, per 14 anni andava a piedi a Cerenzia (KR) distante 3 km e, per raggiungere un altro gruppo di fedeli, faceva 12 ore di cammino andata e ritorno, fino a Casabona (KR). A Caccuri, dopo tante difficoltà, costruirono il locale di culto. Nel 1961, costretto dalla mancanza di lavoro, emigrò a Como dove iniziò un’altra opera.
 
Il ministerio del fratello Franzè ha attraversato 40 anni di dure battaglie per il Signore, ma la sua vita è sempre stata caratterizzata da una fede viva, operante e vittoriosa. È stato un uomo che ha amato l’opera e il popolo di Dio, ha sempre incoraggiato il prossimo, ha sempre regalato delle gemme di saggezza perché fregiate dall’amore di Cristo.
 
L’opera del fratello Pasquale Franzè ha portato il suo frutto alla gloria del Signore, e noi credenti della provincia di Como ne siamo parte integrante. Pasquale Franzè ora sta gustando fra le braccia del Padre quell’amore, quella serenità, quella pace in Cristo per cui ha sempre lottato, con laboriosa ed instancabile perseveranza.
 
Ottavio Drogo



ADI - ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA
Chiese Cristiane Evangeliche
Reggio Calabria
SEGUICI SU
Copyright 2017 ADI Reggio Calabria - All Right Reserved
CONTATTI
Via San Giuseppe, 36 - Reggio Calabria
Via Santa Lucia al parco, 13 - Reggio Calabria
Via Nazionale, 12 - Traversa L - Pellaro RC
Telefono:3478265644
enzolabate@tiscali.it

Torna ai contenuti